close
Breaking news

Assicurazione Auto donna costa di più in Veneto: l’inchiesta SosTariffe L’i...read more Trainanti nella crescita del mercato auto nel 2016 Italia, Spagna e Germania Uno...read more Consumatori lamentano scarsa trasparenza su canone in bolletta A partire dal mes...read more Crollo borsa Turchia, le attese e i problemi dopo il colpo di stato fallito Il t...read more

Canone TV in bolletta, attivazione dopo luglio 2016

canone tv in bolletta

Come e quanto si paga il canone TV in bolletta se attivazione è dopo luglio 2016

Il canone TV in bolletta è previsto a partire dal mese di luglio 2016 per tutti coloro che hanno un’intestazione di contratto della luce con residenza. Come previsto dalla Legge di Stabilità – si tratta di una decisione presa soprattutto per fermare l’evasione di tutte quelle persone che fino ad oggi non hanno pagato il canone pur possedendo apparecchi atti alla visione di programmi tv – a partire da luglio chi ha un contratto residenziale con un’agenzia elettrica deve pagare il canone secondo rate prestabilite ed inserite direttamente nella bolletta della luce.

canone tv in bollettaMa è così per tutti? Ovviamente no. A parte le eccezioni per cui sono previste le esenzioni, il canone televisivo non è dovuto da chi vive in un nucleo familiare in cui già esso viene pagato da un membro della famiglia. Tuttavia, se dopo il mese di luglio si attiva una nuova utenza elettrica residenziale – magari proprio perché si è cambiato casa – il pagamento del canone viene addebitato nella prima bolletta disponibile successiva alla data prevista dalle norme.

Gli uffici dell’Agenzia delle Entrate hanno chiarito le regole e le procedure redigendo una circolare ad hoc per i contribuenti. A spiegare come richiedere l’esenzione, oppure a recuperare la tassa addebitata due volte ci pensano i funzionari attraverso la sezione del sito dell’Agenzia dedicata alle domande frequenti.

L’importo è variabile a seconda della data di attivazione di un contratto: sarà l’azienda a calcolare direttamente le rate dovute anche se l’attenzione deve essere sempre alta per verificare che la bolletta sia stata emessa correttamente e nel rispetto delle norme stabilite.

Tag:

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Il sito usa i cookie (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi