close
Breaking news

Assicurazione Auto donna costa di più in Veneto: l’inchiesta SosTariffe L’i...read more Trainanti nella crescita del mercato auto nel 2016 Italia, Spagna e Germania Uno...read more Consumatori lamentano scarsa trasparenza su canone in bolletta A partire dal mes...read more Crollo borsa Turchia, le attese e i problemi dopo il colpo di stato fallito Il t...read more

Esenzione bollo auto disabili: quali sono le categorie protette

Esenzione bollo auto disabili

Esenzione bollo auto disabili: una voce di spesa importante per chi è in possesso di un veicolo, che però non colpisce tutti allo stesso modo. Ecco quali sono i requisiti dei soggetti disabili che possono non pagare la tassa

Come è noto da tempo, il bollo auto è una vera e propria tassa che colpisce chi è in possesso di una vettura: se ogni anno, contestualmente al possesso dell’automobile, non viene pagato il bollo auto, è del tutto impossibile, oltre chiaramente vietato, circolare su strada.

Vi sono però alcuni soggetti che possono essere esonerati dal pagamento di questa tassa: parliamo in particolare, appunto, delle persone che hanno problemi di handicap o disabilità che possono vedere ridotto il pagamento del bollo ed in molti casi anche eliminato del tutto. I soggetti disabili possono quindi fare riferimento alla legge 104 che fa riferimento al 1992, secondo la quale, se sono in possesso dei requisiti previsti, non devono pagare necessariamente questa tassa.

Esenzione bollo auto disabiliTuttavia, i requisiti devono essere del tutto inglobati e rispettati da questi soggetti, che devono essere in possesso di veicoli a benzina, con una cilindrata che non superi in alcun modo i 2000 cm3; nel caso in cui siano invece in possesso di veicoli diesel, la cilindrata non deve invece superare i 2800 cm3. Se vi è la soddisfazione di questi requisiti, non sarà quindi necessario pagare il bollo auto, purché si rientri in una di queste categorie:

  • Soggetto non vedente;
  • Soggetto con problemi di handicap mentale o psichico;
  • Soggetto sordo;
  • Soggetto che percepisce indennità di accompagnamento;
  • Soggetto con problemi gravi di deambulazione –anche i soggetti amputati fanno parte di questa categoria – oppure con ridotte capacità motorie.

Tag:

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Il sito usa i cookie (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi