close
Breaking news

Assicurazione Auto donna costa di più in Veneto: l’inchiesta SosTariffe L’i...read more Trainanti nella crescita del mercato auto nel 2016 Italia, Spagna e Germania Uno...read more Consumatori lamentano scarsa trasparenza su canone in bolletta A partire dal mes...read more Crollo borsa Turchia, le attese e i problemi dopo il colpo di stato fallito Il t...read more

Matteo Salvini: tra accesi dibattiti e vita privata

Matteo Salvini

Matteo Salvini  torna a parlare del referendum costituzionale e lo fa in maniera plateale, come suo solito, alla festa circondariale della Lega Nord. Le se parole pongono l’attenzione sull’importanza ricoperta da questo evento, ha infatti dichiarato che è una questione di “sopravvivenza e legittima difesa”.

A questo ha poi aggiunto che l’attuale governo dovrebbe tornarsene a casa, oppure gli italiani saranno costretti a vivere una situazione di profughi in casa. Le critiche a Renzi e il centrosinistra però non si sono limitate solo a questo perché, ospite alla trasmissione Otto e Mezzo insieme a Maria Elena Boschi, Matteo Salvini ha continuato su questa linea.

Il dibattito si è acceso ancora prima di iniziare quando il leader della Lega Nord ha provocato il ministro con l’hashtag #Boschischappa, riferendosi ad una sua possibile assenza. Questo attacco ha spinto la Boschi a rivedere i suoi piani e partecipare alla trasmissione, lasciando cosi il fianco scoperto ad un nuovo attacco di Salvini che ha prontamente replicato: “ha cambiato ancora idea, loro governano il Paese”.

Ad ogni modo, il culmine si è raggiunto durante la trasmissione quando, lei in studio e lui in collegamento, si sono attaccati più volte. Il primo è stato Matteo Salvini che, ha mostrato alcuni cartelli come accusa al padre della Boschi e, mostravano la scritta “tuo padre ha rovinato 90.000 risparmiatori”.

Naturalmente si riferivano alla questione di banca Etruria, ma lei non è certo rimasta in silenzio e ha cercato di spostare l’attenzione nuovamente sul referendum dopo aver difeso il padre. Ha infatti detto che quest’ultimo sta pagando per i suoi reati e non ci sono stati favoritismi. La Boschi ha quindi continuato la sua replica passando al contrattacco accusando la Lega Nord di aver, tramite una banca, lasciato miglia di persone senza soldi.

In questo caso è Salvini che cerca di riportare l’attenzione sul referendum, dicendo che questa è l’occasione per “mandare a casa Matteo Renzi”. Non contento però ha ironizzato chiamando il ministro “signorina”, che ha prontamente risposto con l’appellativo di “giovanotto”. Insomma, i toni sono rimasti accesi per tutta la trasmissione e ,se Maria Elena Boschi è rimasta in un campo più tecnico citando anche alcuni articoli della costituzione, Matteo Salvini è stato più diretto e sbrigativo.

La questione si è però complicata per il leader della Lega Nord quando ha cercato di allargare ulteriormente il campo della discussione, introducendo il discorso del debito pubblico e dei continui arrivi di nuovi migranti. A questo punto, non solo la Boschi ha cercato di riportare il focus sull’argomento principale, ma anche Lilli Gruber, fuorionda, lo ha rimproverato ricordandogli che gli accordi prevedevano di dover parlare del solo referendum costituzionale.

In ogni caso, alla fine di questo acceso dibattito i due hanno trovato un punto in comune: si sono riconciliati parlando del Milan. Certamente non è un mistero il fatto che il segretario della Lega Nord faccia parlare di sé ma, se siamo abituati a leggerne e sentirne parlare solo dal punto di vista politico, recentemente, dobbiamo riconoscere che ha conquistato importanti pagine anche nel mondo del gossip.

Ad esempio gli ultimi trascorsi tra la fidanzata e Salvini hanno quasi disorientato i fan, ed è per questo che siti come politicanti.it hanno deciso di riassumere i fatti più recenti per fare chiarezza. Se volete quindi saperne di più potete anche dare uno sguardo alle varie guide che trovate online e, in attesa di altri nuovi sviluppi possiamo assistere agli accesi dibattiti con i suoi avversari politici.

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Il sito usa i cookie (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi