close
Breaking news

Assicurazione Auto donna costa di più in Veneto: l’inchiesta SosTariffe L’i...read more Trainanti nella crescita del mercato auto nel 2016 Italia, Spagna e Germania Uno...read more Consumatori lamentano scarsa trasparenza su canone in bolletta A partire dal mes...read more Crollo borsa Turchia, le attese e i problemi dopo il colpo di stato fallito Il t...read more

Novità saldi, prevista data unica dal 2017

Novità saldi

Novità saldi sull’ufficializzazione della data unica di partenza

In questo mese di luglio 2016 abbiamo potuto constatare una novità saldi molto interessante: rispetto agli anni precedenti, infatti, in Italia è stato possibile per tutti gli acquirenti ed in consumatori assistere ad una regolamentazione ufficiale e uguale per tutti della data dei saldi che, a parte una sola regione (la Sicilia), è ufficialmente quella del 2 luglio per tutte le città italiane.

Negli anni precedenti, invece, i saldi partivano in date differenti e quindi non ugualmente stabilite per tutti: la novità di quest’anno è invece stata quella di stabilire un unico momento di inizio degli sconti estivi, allo scopo anche di rendere più semplici le considerazioni e le analisi sui consumi.

Novità saldiMa la vera novità sui saldi riguarda i prossimi anni a venire: infatti, la decisione della Conferenza delle Reioni (che è avvenuta in data 7 luglio 2016 dopo la richiesta di FedermoItalia di mantenere per i prossimi anni una unica data ufficiale di inizio dei saldi), è stata quella di venire incontro alle richieste e di deciderw quindi per un inizio ufficiale ed uguale per tutti i negozi d’Italia a partire dal 2017.

Il prossimo anno, i saldi invernali saranno attivi a partire dal primo giorno feriale che precede l’Epifania, mentre per i saldi estivi il primo giorno di inizio dei saldi avverrà nel primo sabato del mese di luglio.

Ma non solo: un’altra novità riguarda la decisione di ripristinare il divieto di effettuare sconti nei 40 giorni che precedono l’inizio dei saldi: lo scopo è quello di fare in modo che la liberalizzazione non influisca negativamente sulla crescita dei consumi.

 

Tag:

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Il sito usa i cookie (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi