close
Breaking news

Assicurazione Auto donna costa di più in Veneto: l’inchiesta SosTariffe L’i...read more Trainanti nella crescita del mercato auto nel 2016 Italia, Spagna e Germania Uno...read more Consumatori lamentano scarsa trasparenza su canone in bolletta A partire dal mes...read more Crollo borsa Turchia, le attese e i problemi dopo il colpo di stato fallito Il t...read more

Progetto Inps Home Care Premium: requisiti per accedervi

Progetto Inps Home Care Disabili

Progetto Inps Home Care Premium: quali sono i requisiti per accedere a questo progetto di assistenza al disabile ed alle famiglie

Negli ultimi giorni abbiamo rilevato la novità introdotta dal nuovo progetto di assistenza voluto dall’Inps: un progetto, quello dell’Istituto di Previdenza Sociale, che è sicuramente molto interessante perché dovrebbe fornire assistenza e supporto, sostegno anche dal punto di vista economico – sotto forma di rimborso spese – a tutte quelle persone che forniscono ogni giorno aiuto e sostegno ai disabili che convivono con loro.

Progetto Inps Home Care DisabiliIl progetto Home Care Premium 2017 voluto dall’Inps dovrebbe essere in grado di erogare – sulla base di analisi del reddito Isee e del livello di disabilità della persona – fino a 1000 euro al mese per quelle famiglie che hanno in casa una persona disabile e che se ne occupano sotto il profilo materiale, ma anche sociale e psicologico.

Ma quali sono i requisiti per accedere a questo sostegno importante?

In questo, l’Istituto di Previdenza Sociale è stato molto chiaro: perché sia possibile ottenere il sostegno economico, è importante che le persone che si occupano del disabile siano dipendenti pubblici e statali e loro congiunti e familiari, su tutto il territorio nazionale. Nell’anno seguente sono stati stanziati 220 milioni di euro, che dovrebbero raggiungere i 300 milioni di euro per il prossimo anno.

Il programma prevede una prestazione prevalente – che prevede il rimborso delle spese che vengono affrontate per l’assunzione di un assistente – e una di integrazione, che invece prevede la messa in atto di un supporto da parte di enti o ambiti convenzionati. È possibile presentare la domanda entro il 30 marzo 2017.

Tag:

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Il sito usa i cookie (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi