close
Breaking news

Assicurazione Auto donna costa di più in Veneto: l’inchiesta SosTariffe L’i...read more Trainanti nella crescita del mercato auto nel 2016 Italia, Spagna e Germania Uno...read more Consumatori lamentano scarsa trasparenza su canone in bolletta A partire dal mes...read more Crollo borsa Turchia, le attese e i problemi dopo il colpo di stato fallito Il t...read more

Truffa ai danni delle assicurazioni: è successo anche ad ex pornostar

Truffa ai danni delle assicurazioni

Truffa ai danni delle assicurazioni: ex pornostar accusata e condannata ad un anno

Al giorno d’oggi, purtroppo, non siamo nuovi alle truffe assicurazioni: inganni che spesso vengono messi a punto da una o più persone, che decidono di frodare la compagnia assicurativa con finti sinistri o falsi incidenti, al solo scopo di recuperare il risarcimento dell’assicurazione, e guadagnare così in maniera totalmente illecita e fuori da ogni aspetto etico possibile, un po’ di denaro.

In Italia abbiamo un così elevato tasso di truffe ai danni delle compagnie assicurative che spesso, questi inganni passano inosservati: non a caso, infatti, il nostro paese è uno di quelli che non riesce a far abbassare il costo del premio assicurativo, proprio per colpa di persone che la truffa ce l’hanno nel sangue e che fanno così lievitare, di anno in anno, i costi delle assicurazioni.

Truffa ai danni delle assicurazioniMa quando a frodare una compagnia è un personaggio noto come l’ex pornostar Ilona Staller, la notizia fa davvero rumore, anche se in effetti il tentativo di truffa non si discosta, né nei tempi, né nei metodi, da quello che spesso viene portato avanti da persone comuni.

Ma veniamo ai fatti: il 19 novembre del 2011, la Staller denunciò alla sua compagnia assicurativa, la Vittoria, di essere stata morsa da un cane. Ma la versione raccontata dalla ex pornostar era piena di lacune e, a prova del fatto, anche un certificato medico: la compagnia si insospettì, però, quando Cicciolina non volle sottoporsi all’antitetanica e quando si scoprì che il medico che aveva firmato il certificato era falso.

Oggi, il giudice ha dato ragione alla compagnia assicurativa: la versione della Staller non è in alcun modo provata, mentre è provato l’esatto contrario. Per l’ex pornostar, che si definisce innocente, è previsto un anno di carcere.

Tag:

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Il sito usa i cookie (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi